Dal Blog

Il servizio del CAO (Centro Ascolto e Orientamento) presso Aspic Cosenza

Counseling: nuove solitudini e richieste di ascolto professionale presso lo sportello d’ascolto (CAO) di Aspic Cosenza

 

C’è nessuno? C’è nessuno?

 

Chi non ricorda il refrain della nota casa di acqua minerale in cui la solitaria particella è alla ricerca disperata di un suo simile.

Tuttavia, se in quel caso l’essere da soli è a tutto vantaggio della spendibilità organolettica di quel prodotto, fuori metafora, da uomini e donne, sperimentare la solitudine costituisce una delle esperienze più frustranti. Scoprirsi, particolarmente nei momenti di difficoltà, soli e bisognosi di dover sfogare il proprio stato d’animo a qualcuno di cui fidarsi e affidarsi, genera disagio.

 

Frustrazione e disagio che crescono nello scoprire, altresì, che non bastano i tanti amici conosciuti o quelli rimediati, anche su richiesta, su Facebook: i primi, spesso, occupati nelle proprie preoccupazioni, i secondi solo virtuali e, pertanto, inesistenti!

 

Che fare? A chi rivolgersi? Dove chiedere ascolto con la percezione di essere accolti veramente e compresi nell’intimo del proprio stato d’animo?

I Centri di Ascolto e Orientamento (CAO) promossi dall’Aspic (l’Associazione per lo sviluppo psicologico dell’individuo e della comunità) su tutto il territorio nazionale assolvono a questa funzione.

 

Uno spazio, riservato e protetto, in cui psicologi e counselor offrono accoglienza, ascolto e orientamento, mediante un intervento di counseling, utile a poter individuare e affrontare le possibili motivazioni al disagio vissuto. Si tratta di un intervento indirizzato alla tutela della salute al quale rivolgersi individualmente, come coppia, famiglia e organizzazioni, meglio se in via preventiva.

 

E le ragioni per le quali rivolgersi ad uno sportello del CAO sono davvero tante: dalle difficoltà nella gestione delle relazioni interpersonali ai conflitti intrafamiliari; dalle crisi esistenziali alla gestione di situazioni stressanti, affettive o di scarsa fiducia in sé e bassa autostima; di orientamento nelle scelte scolastiche e universitarie o, (apparentemente) più semplicemente, di sostegno personale di tipo motivazionale o di orientamento nelle scelte.

 

Uno sportello del CAO è operativo nella provincia di Cosenza: un Centro attraverso il quale scoprire che si è meno soli di quanto si immagina.

 

Intanto, in caso di “solitudine”, contattando l’Aspic provinciale (la sede è in Castrolibero), qualcuno disposto ad ascoltare, dall’altro capo del telefono o del pc (dalle pagine di Facebook o del sito Aspic Cosenza), pronto a fissare un appuntamento, è sempre disponibile.

 

 

                                                                                    Cesare Perrotta (marzo 2014)

Counselor Professionista Avanzato